REVAS – Una Piattaforma dalla Parte del non Profit

November 6, 2018 | no responses | 94

Revas significa sogno in Esperanto.
Il progetto nasce proprio da qui, quando Nicolò Gardoni, CEO dell’azienda, immagina una piattaforma gestionale dedicata alla dimensione del non profit.

Cos’è Revas

Il tuo tempo per ciò che conta davvero: questa è la filosofia che muove tutto il progetto.

La piattaforma è un gestionale con qualcosa in più, nato per la direzione delle proprie organizzazioni ed associazioni no-profit.
Il portale si presenta come un sito accogliente, dalle grafiche piacevoli e soprattutto chiaro e semplice da leggere.
La cura per la UX è facilmente riconoscibile in tutte le caratteristiche del sito e il team Revas è pronto a fornire all’utente assistenza immediata in caso di necessità.
La registrazione è semplice, veloce e sicura, tramite la verifica per e-mail.

Vediamo ora in dettaglio le specifiche di questa innovativa piattaforma.

 

Come funziona Revas

L’iscrizione e l’utilizzo della piattaforma sono pensati per ottimizzare al massimo i tempi e per facilitare l’accesso anche per gli utenti profani al mondo tech.
Una volta iscritto riceverai una mail di conferma, che farà autenticare il tuo profilo. Ora dovrai solo scegliere username e inserire il link per una foto profilo.
Ora che hai creato il tuo spazio sarai in grado di collegarti a tutte le organizzazioni di cui fai parte per avere uno sguardo d’insieme sulle tue attività: potrai crearne di nuove – nel caso tu sia il presidente – o ricevere l’invito di partecipazione ad una già presente – nel caso tu sia membro.
La piattaforma ti permetterà di gestirle attraverso le applicazioni con la comodità di avere accesso condiviso e di poter delegare così il lavoro o più semplicemente per agevolare ulteriormente la collaborazione tra i vari partecipanti.
Attraverso le applicazioni potrai avere uno sguardo e il controllo sulla Gestione Soci, e quindi registrare i nuovi soci che aderiscono all’organizzazione e avere un elenco di soci sempre aggiornato, inserire un Sito Internet, aggiungendo gli articoli del tuo blog e inserire i dati da mostrare sulla pagina internet pubblica dell’organizzazione, e gestire facilmente le tue Contabilità, raccolta fondi e scoprire le altre app che agevolano l’amministrazione dell’organizzazione (sezioni attualmente in fase di sviluppo).
Il proprio spazio è personalizzabile e adattabile secondo il proprio gusto e le proprie esigenze.

Per capire meglio da dove nasce il progetto e la vision che lo ha originato, abbiamo intervistato il fondatore e i suoi soci:

  1. Quale necessità vi ha spinti ad aprire il progetto?
    In questo momento un mezzo come Revas porterebbe al terzo settore italiano una grande spinta d’innovazione. 
    Il processo di digitalizzazione in Italia va ancora molto a rilento, e il nostro progetto può costituire una soluzione per far fronte a questo fenomeno.
  2. Quanto tempo è rimasto in fase di idea e di progettazione?
    L’idea di Revas nasce 4 anni fa, durante l’esperienza di lavoro precedente in azienda.
    Il progetto vero è proprio invece è stato avviato l’anno scorso (2017), mentre il prodotto che oggi conosciamo è stato lanciato nel Maggio dell’anno corrente (2018).
  3. Per quale ragione gli utenti dovrebbero preferire Revas? Cosa contraddistingue Revas dagli altri gestionali?
    Crediamo che la nostra piattaforma abbia qualcosa in più da offrire, perché coniuga diverse applicazioni per aiutare insieme gli utenti, i gestori e quindi il progresso dello stesso settore.
  4. Quale impatto vuole dare Revas al mondo delle no profit?
    Lo strumento digitale deve essere uno strumento per portare un miglioramento, quindi secondo questa prospettiva vogliamo lasciare un impatto culturale, soprattutto in termini di tempo risparmiato, per offrire servizi più efficienti e in grado di raggiungere così più persone.
  5. Avete ricercato finanziatori per aprire la start up?
    Sì, ma purtroppo fino ad ora abbiamo trovato poca apertura al dialogo riguardo al prodotto e poco interesse nel comprendere il suo potenziale. Per questa ragione, per il momento siamo focalizzati sullo sviluppo del prodotto e sulla sperimentazione di strategie di  marketing.
  6. Perché avete scelto di essere una società Benefit, realtà ancora nuova in Italia?
    Le Società Benefit sono le aziende del futuro perchè è un modello compatibile al contesto contemporaneo. Questo format d’impresa lavora sullo sviluppo economico nel rispetto di quello che sta attorno (contesti sociale e ambientale). Secondo noi solo così si rispondono a esigenze concrete senza considerare bisogni dettati dalle curve di mercato.
  7. Sentite che il vostro progetto sia compreso dai vostri clienti?
    Il potenziale del progetto non è semplice da cogliere, poiché si tratta di un’innovazione.
    Man mano che gli utenti iniziano ad usare la piattaforma potranno osservare da vicino questo strumento e quindi comprenderlo a pieno.
  8. Secondo la vostra esperienza, cosa manca al settore digital italiano?
    Forse abbiamo ancora bisogno di maturare una cultura associata al valore dei prodotti digitali: spesso si ha la percezione che produrre un software abbia un basso costo, e la continua richiesta di prodotti gratuiti porta al deperimento della qualità, del valore e ad una bassa remunerazione del capitale umano iper qualificato.
  9. Qual è la più grande difficoltà che avete incontrato come start-upper in Italia, e quindi, quale stimolo vi sarebbe stato di aiuto?Uno degli ostacoli maggiori è sicuramente l’inaccessibilità al credito, soprattutto in fasi cruciali come quella iniziale e durante il lancio; oppure l’accesso a questi fondi ma con vincoli molto stretti, che ostacolano lo sviluppo autonomo dell’azienda. Uno strumento che sarebbe di grande aiuto invece, per far fronte a queste iniziali difficoltà, corrisponde al Fondo Garanzia Giovani.

Revas è un’azienda giovanissima e come tale ha connotazioni particolari e originali dell’azienda nuova rispetto ad aziende più anziane. Tipicamente le aziende demograficamente giovani sono inesperte ma piene di entusiasmo: questo si traduce nell’essere più resilienti e attivi nei confronti dei risultati negativi e nell’avere più resistenza ai carichi di lavoro importanti; quindi una maggiore flessibilità verso l’orario di lavoro, senza necessariamente preoccuparsi di sforare il turno, purché si portino a termine gli obiettivi da ordine del giorno.

In Revas questa voglia di mettersi pienamente in gioco si è sempre coniugata nella buona pratica di voler fare le cose in modo ponderato e in maniera sensatadefinendo fin da subito gli obiettivi a breve e lungo termine.
Partendo da questo presupposto il Team di Revas si affida ad Alma per inserire il marketing all’interno del prodotto in modo da ordinare le priorità senza mai dimenticare di avere avere un occhio vigile sulle esigenze del mercato, anche in fase di sviluppo, inoltre attraverso la nostra collaborazione impostiamo insieme  dei test di comunicazione a basso costo, che facciano emergere la conoscenza acquisita sulle esigenze di mercato e che accrescano il know how aziendale sul marketing e le strategie commerciali.

Dal questionario sulla soddisfazione clienti abbiamo raccolto che il lavoro di Alma ha aiutato il team di Revas a trovare maggiore focus sullo sviluppo del prodotto attraverso strategie di marketing basate su dati concreti che vengono controllati costantemente.

Insieme attraverso queste strategie diamo valore al progetto Revas, che nasce da un sogno, ma si attua nella realtà come strumento per aiutare il lavoro delle non-profit, guardando quindi concretamente al benessere di tutti.

Vuoi provare anche tu la piattaforma? Iscriviti gratuitamente a Revas.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Security Check

Privacy Preference Center

Analytical cookies

We use cookies to collect information about how people use our website. These cookies collect information about pages visited, time spent on pages, source of traffic and button clicked. These cookies are anonymous and do not collect any personal information.

Google Analytics
First-party Cookies

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?